ARCHITETTURA E DESIGN PER UN ECOSISTEMA SOSTENIBILE

GIOVEDÌ 3 GIUGNO 2021
Tavola rotonda

Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell’Ambiente: abbiamo scelto questa data per dare un contributo alla divulgazione di voci, messaggi e informazioni che ci rendano più consapevoli sulle soluzioni per salvarlo e per salvarci. Queste soluzioni già esistono se abbiamo la coscienza e la responsabilità di farle nostre. Abbiamo organizzato una Tavola Rotonda con la presenza di Architetti, Designer, Economisti e Imprenditori che diano i loro preziosi pareri e punti di vista su come Architettura e Design siano fondamentali per innescare un processo di cambiamento a livello planetario.


Speakers

Isidoro Trovato
Moderatore

Giornalista ed esperto di economia, è responsabile della sezione professionisti del Corriere della Sera. Laurea in Lettere Classiche, racconta sul Corriere le storie di piccole e grandi imprese con particolare attenzione verso la sostenibilità ambientale e l'innovazione. Nella sua carriera ha lavorato come collaboratore di Mediaset e corrispondente per il quotidiano La Sicilia.

Claudio Balestri,
Presidente OIKOS – La Pittura Ecologica

Imprenditore classe 1957, fondatore nel 1984 di OIKOS, pioniere e innovatore, con tenacia e spirito intraprendente ha portato l’azienda ad essere leader a livello mondiale, dimostrando che è possibile fare business senza inquinare l’ambiente e incidere sulla salute delle persone. Una realtà virtuosa di Green Economy da imitare.

Vanessa Pallucchi,
Vicepresidente Legambiente

Presidente Legambiente Scuola Formazione dal 2008 e membro dell’Osservatorio sull’Edilizia Scolastica del MIUR; è stata responsabile nazionale Cultura e Territorio di Legambiente dal 2011 al 2015, coordinando la campagna sulla bellezza. Dal 1999 al 2007 Presidente di Legambiente Umbria. È membro della Commissione Unesco per l'Educazione allo sviluppo sostenibile.

Giulio Cappellini
Architetto e Designer

Fondatore del marchio Cappellini, scopritore di talenti di fama internazionale e Art Director dell’Istituto Marangoni; è stato eletto dalla rivista statunitense Time tra i dieci trendsetter nell’ambito della moda e del design a livello internazionale e caratterizzato come un ambasciatore d’eccellenza della creatività italiana nel mondo.

Giuseppe Cappochin
Architetto e Presidente della Fondazione Barbara Cappochin

Importante rappresentante del concetto "qualità di vita, qualità di architettura", fino al 6 maggio 2021 Presidente Ordine Nazionale Architetti; è coordinatore di UrbanMeta, network sottoscritto da una significativa rappresentanza della società civile del Veneto, dalle categorie economiche alle professioni, dall’Università alle associazioni sindacali, dai costruttori agli ambientalisti e Consorzi di Bonifica.

Simone Seddio,
Architetto

Specializzato in riqualificazione e messa in sicurezza antisismica del patrimonio immobiliare storico, ha curato il progetto di edilizia ecosostenibile Casa21. Il progetto gli è valso il premio mondiale di CSR (Corporate Social Responsability) delle Nazioni Unite ed è stato patrocinato da enti governativi internazionali come The Climate Project.

Carola Arrivas Bajardi
Architetto

Vincitrice del premio Mirna Terenziani dedicato alle donne del Green Building Council, è specializzata in progetti innovativi nel campo dell’edilizia Green; ha conseguito un dottorato di ricerca in ingegneria sul Life Cycle Assessment –valutazione ambientale del ciclo di vita –, si è occupata di progetti europei presso l’Agenzia regionale per l’ambiente ARPA Sicilia ed è diventata presidente della sezione di Palermo dell’Istituto Nazionale di BioArchitettura, INBAR. Attualmente vive e lavora a Palermo dove ha uno studio di architettura.

Giulia Bonetti
Contract Management Business Analyst

Collaboratrice del progetto 'Copernicus', programma di osservazione e monitoraggio della Terra istituito dalla Commissione Europea; volontaria per le Nazioni Unite; selezionata dall’Istituto McKinsey come una delle Next Generation Women Leader, si occupa di tematiche ambientali, di cambiamento climatico e di energie sostenibili.

Francesco Bertolini,
Professore ed Economista

Professore SDA Bocconi e Presidente del Green Management Institute, che promuove da oltre 20 anni l'innovazione ambientale a livello di filiere industriali e riunisce alcune delle realtà imprenditoriali più interessanti sul fronte della sostenibilità ambientale del proprio modello di business. Scrive regolarmente da molti anni sul Corriere della Sera e segue, in qualità di consulente, alcuni dei progetti di riconversione ambientale più interessanti a livello nazionale.

Il cambiamento va prima di tutto pensato e, se ogni progettista inserisse nei propri progetti materiali ecologici e tecnologie che non recano danno all’ecosistema, fra qualche anno il nostro impatto sull’ambiente verrebbe drasticamente alleggerito.

Se poi anche i consumatori venissero resi più consapevoli, le aziende si troverebbero costrette a utilizzare nei propri processi produttivi proprio quei materiali ecosostenibili richiesti dal mercato.

La progettazione, l’Architettura e il Design creano le nostre scelte e anche il nostro modo di guardare al mondo: se svolgeremo queste attività in modo sempre più sostenibile saremo veramente in grado di preservare il pianeta per le generazioni che verranno; se trasferiremo ai consumatori una maggiore sensibilità, avremo la forza della domanda del mercato dal basso che, unita al pensiero progettuale dall’alto, imprimeranno la forza necessaria per operare un vero cambiamento nel mondo.

INSIEME POSSIAMO CAMBIARE IL MONDO

Un’azione, moltiplicata per ognuno di noi, può fare la differenza: prescrivi solo prodotti ecologici, sostenibili; i produttori dovranno offrire solo prodotti puliti. Insieme possiamo fare un mondo di differenza. Le prossime generazioni ci ringrazieranno.

Sin dalla sua nascita, nel lontano 1984, OIKOS la Pittura Ecologica ha scelto di perseguire con consapevolezza e lungimiranza una produzione interamente sostenibile nel rispetto dell’ambiente e della salute delle persone.

Per questo motivo, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, l’azienda ha deciso di prendersi la responsabilità di farsi portavoce di un modo di fare business senza inquinare. Lo fa portando il proprio esempio ma, soprattutto, dando la parola a importanti esponenti dell’Architettura, del Design, dell’Economia per un momento di confronto e condivisione sulla tematica della progettazione consapevole.

oikos insieme legambiente Oasi Oikos il salvambiente kreat
dona