news

REFERENCE


Chiesa Gran Madre di Dio

Il recupero del complesso architettonico neoclassico nel Piazzale Ponte Milvio della capitale.

  • Fotografi Alessandro Giordano
  • Città Roma
  • Stato Italia
  • Ambienti Chiese
  • Tipologia Edifici Storici

La Parrocchia Gran Madre di Dio fu voluta dal Papa Pio XI nel 1931 in ricordo delle celebrazioni indette per commemorare il XV centenario del Concilio di Efeso, nel quale, contro l'eresia di Nestorio, fu proclamata la divina maternità di Maria

Come memoria dello storico avvenimento, fu progettata una nuova Chiesa Mariana da Cesare Bazzani e realizzata da Clemente Busiri Vici sullo stile neoclassico solenne ed imponente proprio per un importante monumento celebrativo uno dei 4 dogmi mariani (Maria come Madre di Dio). La Chiesa venne eretta sulle rive del Tevere sullo sfondo del Ponte Milvio, tra la Flaminia e la Cassia. 

La Chiesa fu consacrata nel 1933, anno del Giubileo straordinario della Redenzione, e sorge su Piazzale Ponte Milvio disegnato da Valadier. Il complesso occupa un'area di 2000 mq, è a croce greca, con un ingresso centrale a colonne e due laterali incastonati in elementi curvilinei di ottimo effetto. La grande cupola, sormontata da un'agile "lanterna", gli archi, le colonne, e le cuspidi delle due torri campanarie, danno al complesso monumentale slancio e movimento. 

Il recente restauro della facciata ha permesso il recupero degli apparati scultorei e degli elementi architettonici grazie al Travertino Romano Finitura, uno speciale intonaco decorativo, la cui applicazione con opportuna tecnica consente di riprodurre l'effetto della pietra mettendo in evidenza le sue venature.

TAG CLOUD

restauri

OIKOS REFERENCE Edifici Storici VEDI TUTTE