The sense of matter: an architectural portfolio - interior - page 220

218
L’intervento di Emanuele Svetti sulla torre-hall di ingresso
trasforma gli spazi regalando loro una maggiore dinamicità,
un ritmo compositivo moderno che sia in contrapposizione
all’idea di una prospettiva fissa. Così il segno iconografico,
l’immagine immediata della struttura – la sede storica di una
importante azienda orafa, il Gruppo Graziella di Arezzo –
racconta il continuo movimento tra oggi e domani, tra presente
e futuro, è il punto di congiunzione tra evidenza della realtà
e suggestione della possibilità. Incertezza, certo, ma anche
potenzialità. Con questo concetto il segno dinamico del progetto
si oppone a un contenitore reso neutro, quieto, dal suo profilo
cromatico. Così sono i colori e la materia a indirizzare lo sguardo
sull’oggi e sul domani. I colori sostenibili di Oikos.
The work done by Emanuele Svetti on the entrance tower-
hall transforms spaces making them more dynamic; a
modern, compositional rhythm contrasted with a fixed
perspective idea. Thus this iconographic sign, the
structure’s instant image – the historical head office of
an important gold-working company, the Graziella Group
in Arezzo – tells of ongoing movement between today
and tomorrow, present and future, the joining point
between reality and suggestion. Uncertainty, surely, but
also potential. With this concept, the project’s dynamic
sign contrasts a container made quiet and neutral by its
colour profile. Colours and matter lead you to today and
tomorrow. Sustainable Oikos colours.
Gruppo Graziella Headquarters
Arezzo - Italia
1...,210,211,212,213,214,215,216,217,218,219 221,222,223,224,225,226,227,228,229,230,...376
Powered by FlippingBook